Cerca

Gelli in esclusiva all'Adnkronos: ''La P4 è un comitato carnevalesco, la Loggia P2 era una cosa seria''

Cronaca

Roma, 23 giu. (Adnkronos) - In questi giorni viene spesso fatto il suo nome, soprattutto in relazione al dottor Luigi Bisignani e quello della P2 come modello della P4. Lei che ne pensa? Sono citazioni a sproposito? E perche?

''La P4 esiste nella mentalita' dei giudici, prossimamente verra' fuori la P5: ormai e' una sigla magica. La P2 era una cosa molto seria. Questa P4, se c'e', e' un comitato carnevalesco'', dice in esclusiva all'ADNKRONOS Licio Gelli, ex maestro Venerabile della Loggia P2.

A leggere le intercettazioni e le rivelazioni sull'inchiesta di Napoli, Bisignani si dimostra un personaggio con il dono dell'ubiquita', e' dovunque ci sia un problema o affari di Stato o di enti pubblici o di nomine. Sembra quasi impossibile che un uomo possa avere un numero cosi' clamoroso i drelazioni. Lei, che di relazioni pure ne ha intrattenute a livello nazionale e internazionale, che ne pensa di questo brasseur d'affaires quasi inverosimile?

''Luigi Bisignani -spiega il 'Venerabile'- era iscritto alla Loggia P2. Era un ragazzo molto intelligente e intraprendente, un attivissimo collaboratore. Lo feci nominare segretario del ministro Gaetano Stammati. Da quei giorni l'ho rivisto solo una volta, nel 2004. Credo che Bisignani non abbia fatto nulla, potra' avere avuto dei contatti e basta''. Lui a livello di relazioni ''si e' fermato probabilmente soltanto all'Italia. E in Italia si fa presto a creare dei gruppi di amici opportunisti o creduloni che credono a questi rapporti che poi non concludono nulla''.

Il caso Bisignani, secondo lei, quali riflessioni suggerisce sul sistema politico e su quello istituzionale? Quali vuoti di relazioni e di competenze personali colma un tuttofare come il protagonista dell'inchiesta di Napoli?

''Ci sono soggetti che non esistono piu', come lo Stato italiano -rimarca Gelli, dalla sua residenza di Villa Wanda- Io ho vissuto quando l'Italia era un vero Stato, rispettato e temuto e magnificamente funzionante. Oggi non esiste piu' -sottolinea ancora l'ex 'Venerabile'- perche' non abbiamo nemmeno una persona di un certo spessore, di competenza e soprattutto carismatico''.

Secondo lei come si concludera' l'inchiesta cui lavora la procura di Napoli?

''Sugli esiti dell'indagine -risponde l'ex Venerabile- non posso dire nulla, non posso rispondere perche' e' difficile conoscere la mentalita' dei vari giudici. Ma non posso dire altro, la sfera di cristallo non ce l'ho piu'''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog