Cerca

Sanita': Lombardia, a Como progetto pilota su turismo sanitario protetto

Cronaca

Milano, 23 giu. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - "Turismo sanitario protetto come nuovo impulso all'attrattivita' turistica significa organizzare un accordo fra le strutture alberghiere e non, il sistema sanitario regionale e quello degli Stati europei ed extraUe, affinche' venga reso disponibile al paziente cronico straniero presente sul nostro territorio, gia' dotato di programma terapeutico, la massima facilitazione per semplificazione erogativa dei servizi necessari di diagnosi e cura, a spese della sua struttura assicurativa che riconosca la reciprocita' in merito al finanziamento sanitario".

Con queste parole, l'assessore regionale alla Sanita' Luciano Bresciani, a margine della firma di un accordo di collaborazione per la realizzazione della rete territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, lancia un progetto pilota sul turismo sanitario protetto per il territorio di Como.

"Quando sara' perfezionato - spiega Bresciani - gemmeremo l'esperienza su tutta la regione. Si comincera' con la costituzione di un tavolo tecnico regionale a cui partecipera' come coordinatore territoriale l'assessore provinciale di Como, Achille Mojoli, con deleghe al Turismo, sport e marketing territoriale, con il coinvolgimento di tutti gli attori impegnati nel progetto: sistema alberghiero, sanitario, associazioni, volontariato e tutti i membri della comunita' che possono portare contributo e sostegno all'iniziativa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog