Cerca

Firenze: licenze in nero, Gdf sequestra beni a due tassisti

Cronaca

Firenze, 23 giu. - (Adnkronos) - La guardia di finanza ha eseguito un sequestro preventivo di beni, pari a 266.000 euro, nei riguardi di due ex tassisti fiorentini, gia' denunciati per aver venduto le licenze per il servizio taxi completamente in nero cosi' da evadere le imposte sui redditi. In precedenza, per i due, uno residente a Bagno a Ripoli e l'altro a Firenze, era scattata la denuncia penale per dichiarazione infedele.

Il sequestro e' funzionale al recupero delle somme dovute all'erario ed e' stato eseguito su decreto emesso dal gip Angelo Pezzuti di Firenze su richiesta del pm Paolo Barlucchi. Nel caso del tassista di Bagno a Ripoli, che aveva ceduto la sua licenza per 350.000 euro evadendo un'imposta di 143.000, e' stato posto sotto sequestro il 50% di un immobile di sua proprieta' a Firenze ed un conto corrente.

Nei riguardi del tassista di Firenze, che aveva venduto la licenza per 300.000 euro, evadendo un'imposta di 123.000 euro, e' stato posto sotto sequestro un conto corrente. Il sequestro e' scattato a a conclusione di una vasta attivita' di controllo che, tra fine 2010 ed inizio 2011, ha interessato la compravendita di licenze per il servizio di taxi nel comune di Firenze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog