Cerca

Milano: Podesta', inaccoglibili richieste Pdl lombardo

Politica

Milano, 23 giu. (Adnkronos) - "Non possono essere accolte le richieste" formulate dal vertice del Pdl della Lombardia, "che disattendono le piu' elementari norme di governo della cosa pubblica". Lo afferma il presidente della Provincia di Milano, Guido Podesta', in una nota. "L'esigenza manifestata dal coordinamento regionale del Pdl (Mario Mantovani, Viviana Beccalossi) concernente 'la necessita' di concordare con il partito ogni nomina afferente l'istituzione che grazie allo stesso partito governi?' suscita perplessita' e stupore per le fuorvianti e confuse commistioni di ruoli e funzioni connotate da illecita invadenza e diffamante esortazione".

"Invero - prosegue Podesta' - nessun partito puo' intromettersi nelle procedure previste per la scelta dei rappresentanti dell'Ente, la cui competenza appartiene ai rispettivi consigli e soggiace a precisi criteri stabiliti dalla legge. Gli eletti nelle istituzioni agiscono prioritariamente nell'interesse dell'Amministrazione che rappresentano e in ossequio alle decisioni assunte dai relativi organi".

"Compito alto e qualificato del partito - continua Podesta' - e' quello di definire nelle opportune e appropriate sedi le linee guida e gli indirizzi che i rappresentanti politici nelle varie istituzioni sosterranno attraverso un libero e democratico confronto, che si traduce in atti formali, vincolanti e non defettibili, della cui corretta esecuzione l'eletto risponde principalmente alla collettivita' di cui e' espressione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog