Cerca

Trasporti: Cappellacci, Sardegna pretende rispetto diritto alla mobilita'

Economia

Cagliari, 23 giu. - (Adnkronos) - "Con il ricorso all'antitrust contro il caro-traghetti e con l'avvio della flotta sarda la nostra Isola si e' ribellata: pretendiamo il pieno rispetto del diritto alla mobilita'. Ben venga ogni ulteriore iniziativa che vada nella stessa direzione". Cosi' il presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci ha commentato l'approvazione da parte della Camera della mozione sulla continuita' territoriale.

"Le dichiarazioni ostili degli armatori non intimidiscono ne'intimoriscono alcuno - ha aggiunto il Presidente, con riferimento a quanto riportato dai quotidiani odierni in merito a un possibile rallentamento dell'acquisto della Tirrenia da parte della Cin. Non accetteranno mai un futuro da vassalli del mare".

"I sardi vogliono essere protagonisti di quella politica dei collegamenti che e'una questione di rispetto del diritto di singoli cittadini, ma in maniera piu'' ampia riguarda la liberta' di impresa di un sistema, quello isolano, che per avere reali possibilita' di sviluppo non puo' che guardare al di la' del mare. La privatizzazione - ha concluso Cappellacci - deve avvenire nel rispetto dei principi comunitari e deve rappresentare un momento di crescita per il sistema e non la nascita di un anacronistico monopolio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog