Cerca

Trasporti: Pili (Pdl), mozione Camera svolta storica per Sardegna (2)

Economia

(Adnkronos) - ''Con il voto di oggi la Camera detta le regole per la nuova continuita' indicando al governo la strada da seguire, da una parte per la definizione del contratto per i prossimi otto anni e dall'altra la definizione della tariffa unica. E' un passaggio chiave - ha detto Pili - che consente di garantire un ruolo fondamentale del pubblico nel governo e nel controllo della continuita' territoriale. Con le regole chiare e definite - ha detto Pili - sara' impossibile mettere in campo atteggiamenti speculativi che saranno scongiurati proprio da regole certe e tariffe definite preventivamente e che saranno inderogabili proprio perche' contenute in un contratto''.

''Queste mozioni - ha detto Pili - non rappresentano una questione sarda ma a pieno titolo una questione nazionale. Si tratta sostanzialmente del riconoscimento di un diritto costituzionale sacrosanto, cioe' quello alla mobilita' all'interno del nostro Paese e che deve vedere tutte le regioni trattate a pari condizioni rispetto ad un dettato costituzionale che riconosce un diritto alla mobilita' interno al nostro Paese e a livello comunitario''.

''La continuita' territoriale - ha affermato il deputato sardo nel corso della dichiarazione di voto a nome del gruppo Pdl della Camera - e' un diritto sia per quanto riguarda il costo, che deve essere unitario e paritario rispetto al chilometro ferroviario, ma soprattutto, che preveda la tariffa unica tra residenti e non residenti. Non e' possibile - ha sostenuto Pili - che nel 2011 ci sia ancora verso la Sardegna una differenziazione tra residenti e non residenti''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog