Cerca

Mafia: Dia di Messina sequestra beni, 30 indagati

Cronaca

Messina, 24 giu. - (Adnkronos) - I carabinieri e la Dia stanno eseguendo nella provincia di Messina due ordinanze di custodia cautelare in carcere e di sequestro beni per un valore complessivo di oltre 150 milioni di euro, frutto del reinvestimento dei proventi illeciti, emesse, su richiesta della procura distrettuale antimafia di Messina, nei confronti di 30 indagati per associazione mafiosa, omicidi, estorsioni, porto e detenzione abusiva di armi, intestazione fittizia di beni ed altri delitti, tutti aggravati dalle finalita' mafiose.

Le indagini, sviluppate in piu' riprese dai militari del Ros su Cosa Nostra messinese, hanno colpito gli esponenti apicali delle famiglie mafiose di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) e di Mazzarra' Sant'Andrea (Messina), nota come clan dei Mazzarroti. I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra' al comando provinciale carabinieri di Messina, alle ore 10.30 di oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog