Cerca

Palermo: truffa a Comune Termini Imerese e Regione, dodici indagati

Cronaca

Palermo, 24 giu. - (Adnkronos) - Fatture per operazioni inesistenti o con importi gonfiati, costi per campagne pubblicitarie mai effettuate, contratti di rapporto di lavoro artistico contraffatti o mai eseguiti, contributi previdenziali non versati, falsi in genere, abuso d'ufficio, violazione della legge sulla privacy.

Sono le accuse contestate dalla Guardia di finanza a piccoli imprenditori operanti nel settore artistico ed alcuni amministratori locali responsabili di una truffa singolare, perpetrata ai danni del Comune di Termini Imerese (Palermo), nell'ambito dello svolgimento delle manifestazioni carnevalesche del 2007, 2008 e 2009.

Nel mirino degli investigatori, coordinati da Giacomo Urbano, sostituto procuratore di Termini Imerese, sono finite 12 persone. Primo fra tutti, il prestanome di una ditta individuale termitana, la Pubblitalia Service, creata ad hoc per emettere fatture false; un ex consigliere comunale, vero amministratore della ditta; due consiglieri comunali, attualmente in carica; un ex assessore comunale (turismo, sport e spettacolo); due funzionari del Comune di Termini Imerese (di cui uno addetto all'ufficio Turistico); il mandatario Siae e delegato di zona Enpals; ed alcuni imprenditori della Provincia di Palermo, tutti operanti nel settore pubblicitario e/o della organizzazione di eventi artistici. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog