Cerca

M.O.: Alemanno scrive a sindaci europei e italiani, dare cittadinanza onoraria a Shalit (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''La citta' di Roma - aggiunge - sin dal mio insediamento, e' stata sensibile alla vicenda e in diverse forme ha aderito alla campagna per la sua liberazione. Nel giugno 2009 e' stata conferita la cittadinanza onoraria di Roma a Gilad Shalit. Da allora nella Piazza del Campidoglio, sede di Roma Capitale, e' esposta la sua immagine, per affermare che la citta' di Roma rifiuta la logica della morte e della violenza. In diverse occasioni, sia in Israele che a Roma, in questi anni ho incontrato il padre e la madre di Gilad, e tutte le volte mi ha colpito la loro compostezza di genitori che non rinunciano alla speranza di riabbracciare sano e salvo il proprio figlio, benche' ancora oggi non siano pervenute notizie sul suo stato di salute. A loro ho promesso che con determinazione mi sarei fatto interprete e portavoce della causa di Gilad anche con i Sindaci Italiani e Europei''.

''Nelle settimane scorse ho avuto un colloquio a Roma con il premier israeliano Netanyahu che mi ha ringraziato per l'attivita' svolta dalla mia citta' a sostegno della liberazione di Shalit'', spiega ancora il primo cittadino.

''Come padre, come sindaco e come presidente onorario del Comitato per la liberazione di Shalit penso che la nostra azione possa mobilitare tante coscienze civili e sensibilizzare l'opinione pubblica europea contro l'indifferenza sul destino di un giovane innocente. Non possiamo fare finta di non vedere e di non sapere perche' quel sequestro e' un attacco alla dignita' di tutte le persone umane e del loro diritto di vivere libere'', aggiunge. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog