Cerca

Premi: svelati i quindici finalisti dell''Acqui Storia'

Cultura

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - Le Giurie del Premio Acqui Storia hanno scelto i finalisti della XLIV edizione del Premio, nato nel 1969 per onorare il ricordo della 'Divisione Acqui' e i caduti di Cefalonia nel settembre 1943. 15 gli autori finalisti selezionati tra opere appartenenti alla produzione storiografica nazionale ed internazionale: cinque nella sezione storico scientifica, cinque nella sezione storico divulgativa e cinque nella sezione dedicata al romanzo storico.

Con grande soddisfazione del Sindaco di Acqui Terme Danilo Rapetti, dell'Assessore allaCultura Carlo Sburlati e del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria Pierangelo Taverna, la quarantaquattresima edizione del Premio Acqui Storia ha registrato un record assoluto di partecipazione rispetto a tutte le edizioni precedenti: 186 sono i volumi che hanno concorso al Premio. Il 150esimo anniversario dell'Unita' d'Italia ha caratterizzato in modo decisivo questa edizione costituendo uno degli argomenti piu' dibattuti dagli autori partecipanti.

La Giuria della Sezione scientifica, presieduta da Guido Pescosolido, ha scelto: Luigi Compagna, 'Theodor Herzl. Il Mazzini d'Israele' (Rubbettino); Roberto de Mattei, 'Il Concilio Vaticano II. Una storia mai scritta' (Lindau); Gianni Marongiu, 'La politica fiscale dell'Italia liberale dall'Unita' alla crisi di fine secolo' (Leo S. Olschki); Federica Saini Fasanotti, 'Etiopia 1936-1940. Le operazioni di polizia coloniale nelle fonti dell'Esercito Italiano' (Stato Maggiore dell'Esercito - Ufficio Storico); Nicolas Werth, 'Nemici del popolo. Autopsia di un assassinio di massa. Urss, 1937-1938' (Il Mulino). (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog