Cerca

Il Consiglio di Stato compie 180 anni e 'getta' nuova luce su Palazzo Spada

Cultura

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - Compie 180 anni il Consiglio di Stato, il supremo organo di giustizia amministrativa fondato da Carlo Alberto con l'Editto di Racconigi nel 1831. Per l'occasione, l'istituzione che ha sede dal 1890 a Palazzo Spada, tra le altre iniziative ha inaugurato ieri sera la nuova illuminazione artistica della facciata e dei cortili dell'edificio cinquecentesco, tra i più belli della Capitale. ''Grazie all'aiuto che ci hanno fornito la Fondazione Cariplo, l'Enel e l'Acea -spiega all'Adnkronos il presidente del Consiglio di Stato, Pasquale De Lise- abbiamo il piacere di illuminare sia la facciata del palazzo, sia i cortili che il giardino'' dove si trova la celeberrima Galleria prospettica di Francesco Borromini.

''A questa cerimonia -ricorda De Lise- ne seguirà una più importante e istituzionale, che si svolgerà ad ottobre, alla presenza del Presidente della Repubblica, a Palazzo Carignano di Torino, sede del Consiglio di Stato quando la città piemontese fu capitale d'Italia. Questo è un anno importante -sottolinea il presidente del supremo organo di giustizia amministrativa italiano- sia per l'Italia, sia per il Consiglio di Stato perché in concomitanza con il 150esimo dell'Unità nazionale, il consiglio compie 180 anni e i Tar, i Tribunali amministrativi regionali, ne compiono 40''.

''Il Consiglio -ricorda ancora De Lise- fu istituito da Carlo Alberto il 18 agosto del 1831 con l'Editto di Racconigi, su modello del 'Conseil d'E'tat' francese istituito da Napoleone Bonaparte, che è tutt'ora il nostro modello. Il Consiglio di Stato -spiega il presidente- svolge due funzioni: quella consultiva e quella giurisdizionale''.

''La funzione consultiva -spiega ancora De Lise- che è quella risalente ai tempi di Carlo Alberto ed è quella che ha sempre avuto, fa del Consiglio l'organo di consulenza del Governo, della pubblica amministrazione, oggi anche delle regioni e degli enti locali qualora ritengano di chiedere il parere, sulla giustizia amministrativa. E poi, dal 1889 con la Legge Crispi fu restituita al Consiglio di Stato che precedentemente l'aveva ma in misura minore, la funzione giurisdizionale. Noi giudichiamo dei ricorsi -conclude- che vengono proposti prevalentemente dai cittadini, ma anche dalle pubbliche amministrazioni, coinvolte in provvedimenti amministrativi''.

La cerimonia di ieri sera si è aperta alle 19 nell'Aula di Pompeo di Palazzo Spada con un intervento del presidente De Lise, seguito da una relazione storica di Aldo Maria Ricci. Dopo un concerto della Banda dei Carabinieri in piazza Capo di Ferro, davanti a Palazzo Spada, è stata inaugurata la nuova illuminazione della facciata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog