Cerca

Mafia: Palermo, confiscati beni per oltre 8 mln di euro ad imprenditore edile

Cronaca

Palermo, 24 giu. - (Adnkronos) - Beni per un valore di oltre 8 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di Finanza di Palermo all'imprenditore edile di Partinico Giuseppe Amato, 64 anni, gia' condannato con sentenza passata in giudicato a 5 anni e 4 mesi per concorso esterno in associazione mafiosa. Secondo gli investigatori, sarebbe "l'elemento di raccordo e di collegamento" tra la famiglia mafiosa di Leonardo e Vito Vitale, entrambi sottoposti al regime di 41 bis, e gli altri clan del mandamento, in particolare quello di Borgetto.

Inoltre, nel suo ruolo di imprenditore Amato avrebbe favorito l'imposizione e la riscossione del pizzo, in nome della famiglia mafiosa di Partinico. A suo carico ci sono anche le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Michele Seidita, Enzo Salvatore Brusca e Giuseppe Monticciolo, secondo i quali l'imprenditore, proprio in virtu' della sua 'vicinanza' a Cosa nostra, sarebbe stato anche beneficiario della spartizione degli appalti pubblici. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog