Cerca

Sanita': Marino (Pd), no a imprenditori privati in gestione S.Raffaele Milano (2)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - "Mi preoccupa - incalza Marino - la politica subliminale del Governo che nel settore della sanita' finanzia poco il Servizio sanitario nazionale e non finanzia per niente, praticamente zero, l'ammodernamento tecnologico delle strutture pubbliche. Ma questa strategia - avverte il presidente della Commissione d'inchiesta sul Ssn - inevitabilmente portera' a un impoverimento cosi' grave del settore pubblico che sara' necessario rivolgersi al privato".

Proprio "in un momento in cui un grande Paese come gli Stati Uniti si rende conto di aver commesso un grave errore storico, ossia di avere puntato quasi esclusivamente sul privato in sanita', e sta cercando di cambiare direzione - osserva il medico e senatore del Pd - il nostro Governo impoverisce invece la sanita' pubblica". Per Marino, questo in un prossimo futuro rischia di avere conseguenze gravissime. "Per quanto naturalmente esista un privato di eccellenza - come appunto il San Raffaele di Milano e come tanti altri ospedali italiani - il privato in sanita' si pone spesso come obiettivo principale il profitto", ribadisce.

E la Lombardia lo sa bene, osserva Marino. "Lo ha gia' provato in maniera bruciante con la terribile vicenda della clinica Santa Rita di Milano", travolta da una bufera giudiziaria con l'accusa di interventi inutili e dannosi su pazienti del Reparto di chirurgia toracica. "In quel caso il privato si era trasformato in criminalita' organizzata", prosegue il medico e politico che non ha dubbi: "Nel pubblico, quel tipo di degenerazione non si sarebbe mai potuta verificare". Da qui il 'no' alla gestione di un Irccs da parte di una cordata di imprenditori privati e l'auspicio finale: "Conservare l'indipendenza dell'Istituto scientifico universitario San Raffaele".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog