Cerca

Bologna: Bonaga, piazza Maggiore deve mantenere una sua solennita' (2)

Cultura

(Adnkronos) - "La cultura non e' un bisogno, ma una domanda - sostiene il filosofo - e quindi il fatto che ciascuno dia un contributo non lo trovo scandaloso, del resto pagare e' sempre motivante e non si capisce perche' quando la cultura e' promossa dai privati puo' essere a pagamento, mentre quando e' pubblica debba essere gratis".

Rispetto, infine, all'orientamento di Ronchi volto a favorire la promozione di artisti di fama internazionale e non solo i gruppi bolognesi, Bonaga osserva solo che "parlare di provincialismo e' provinciale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog