Cerca

'Ndrangheta: Pignatone, opere pubbliche da fare anche se a rischio infiltrazioni (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''L'unico caso e' stato segnalato da noi, un imprenditore pugliese che lavorava a Reggio Calabria. E' stato sospeso dagli appalti pubblici. Non posso credere che non ci siano stati altri casi in Italia''.

Altra critica e' stata rivolta al sistema bancario e al sistema di ''valutazioni oggettive'' sui parametri forniti dai clienti, poiche' ai prestanome degli 'ndranghetisti viene permesso di lavorare mentre quando le imprese vengono sequestrate ''i bancari chiamano gli amministratori giudiziari e chiedono di rientrare nel fido entro ventiquattr'ore''.

Il procuratore ha rilevato ancora che ''a distanza di un anno e mezzo dalla costituzione dell'agenzia nazionale dei beni confiscati non e' stato creato un fondo di rotazione che possa aiutare gli amministratori giudiziari a portare avanti le aziende sequestrate, perche' non si dica che la mafia porta lavoro mentre l'antimafia la toglie''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog