Cerca

Fratello e sorella uccisi a Milano. Confessa l'ex di lei: "Sono stato io"

Cronaca

Milano, 24 giu. - (Adnkronos) - Alla fine è crollato. Riccardo B. ha confessato il duplice omicidio della sua ex fidanzata Ilaria e Gianluca Palummieri. Il ventunenne, dopo un lungo interrogatorio ha riferito al pm Cecilia Vassena di aver prima accoltellato Gianluca, poi di aver immobilizzato, violentato e soffocato l'ex fidanzata. "Ho fatto tutto da solo - ha detto -. Ho accoltellato Gianluca, poi ho soffocato Ilaria". Per lui è scattato il fermo con l'accusa di duplice omicidio e sarà trasferito a San Vittore. Ha raccontato agli inquirenti di aver vegliato i due cadaveri per ore. Nel lungo interrogatorio ha detto di aver prima accoltellato l'amico, poi di aver violentato e soffocato l'ex fidanzata.

Dal racconto del 21enne emerge che Gianluca è stato ammazzato dopo la serata trascorsa insieme mercoledì. Il delitto sarebbe avvenuto nelle prime ore di giovedì, tra le 2 e le 3. Il suo corpo è rimasto per ore nel bagagliaio della sua auto. Solo stamane, infatti, è stato trovato accanto a un cassonetto dei rifiuti a Rho. L'assassino se n'è disfatto solo nella tarda serata di ieri dopo aver ammazzato Ilaria. Il decesso della ragazza risale a ieri, tra le 17 e le 18. Fino alle 22 circa Riccardo è rimasto nell'appartamento e ha vegliato il corpo dell'ex fidanzata. Poi ha preso un lenzuolo, è tornato in macchina e si è disfatto del corpo dell'amico. Quindi all'alba intorno alle 2, è andato in commissariato insieme ai genitori e ha iniziato a raccontare tutto.

Ilaria, 21 anni, è stata uccisa nel suo appartamento in via Gozzoli a Milano, mentre il corpo di Gianluca è stato ritrovato avvolto in un lenzuolo e con 20 coltellate all'addome, è stato ritrovato dietro a un cassonetto dei rifiuti in via Salvo d'Acquisto a Rho da un dipendente della nettezza urbana.

Il cadavere di Ilaria, trovato dopo la stessa segnalazione del suo ex fidanzato, avvenuta alle 2 di notte al commissario, presentava ecchimosi e i polsi erano legati dietro la nuca. La ragazza era nuda e adagiata sul letto. Il decesso della giovane, che lavorava come cameriera in un pub del centro, è avvenuto per soffocamento: sul collo sono stati trovati dei lividi e sulla nuca della vittima è stato trovato un sacchetto di plastica.

Sequestrata anche l'auto e gli abiti di Riccardo che ha una ferita da taglio non grave alla gamba destra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog