Cerca

Rifiuti: Caldoro, governo e' in ritardo, posizione Lega inaccettabile

Politica

Roma, 25 giu. - (Adnkronos) - "Il decreto che sta per varare il governo andava fatto venti giorni fa. Siamo gia' in ritardo. E all'interno del governo la posizione della Lega e' irragionevole, come inaccettabili sono le parole di Calderoli". Lo dice in un'intervista al 'Corriere della Sera' il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.

"Quel decreto serve a neutralizzare una sentenza del Tar laziale che da' un'interpretazione restrittiva del rifiuto speciale di origine urbana, bloccando cosi' 800 tonnellate 'nostre' che andavano fuori dalla Campania - aggiunge - Sappia Calderoli che proprio in virtu' della legge oggetto della decisione del Tar, decine e decine di tonnellate di rifiuti industriali veri, molto piu' pericolosi dei nostri, continuano a viaggiare da Nord a Sud. Quindi, attenti allo strabismo".

Il governatore riconosce al premier Silvio Berlusconi il merito di essere "riuscito a far ripartire il ciclo" dei rifiuti nel 2008. Poi pero', aggiunge Caldoro, "bisognava aprire le discariche, come previsto dal piano varato a suo tempo. Rinunciare all'apertura di Cava Vitiello a Terzigno e' stato un grave errore". Quanto alla distanza di posizione del neosindaco di Napoli, Luigi de Magistris, Caldoro ribadisce la necessita' di "discarica, impianti e termovalorizzatore". Poi aggiunge: "Dobbiamo raggiungere un'intesa istituzionale, ci stiamo lavorando con impegno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog