Cerca

Rifiuti: de Magistris, Roma ci vuole bene, filo diretto con il Colle

Politica

Roma, 25 giu. - (Adnkronos) - "Ringrazio il capo dello Stato per l'intervento, bellissimo. Non l'ho sentito, pero' ci sono i canali giusti per scambiarci informazioni, so che sta seguendo con molta attenzione i lavori che stiamo facendo. La responsabilita' ora piu' che mai pesa sulle spalle del premier. la disponibilita' delle Regioni a prendere rifiuti c'e', spetta a Berlusconi fare il decreto sbloccaflussi ed evitare rischi per la salute dei napoletani". Lo afferma Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, in un'intervista al quotidiano 'Il Mattino', in merito all'emergenza rifiuti nella sua citta'.

"Le tonnellate in strada, anche se lentamente, stanno scendendo, ce ne sono 100 in meno al giorno. Dico che stiamo uscendo dal tunnel, non diro' mai quanti giorni ci vogliono - continua de Magistris - i napoletani devono stare tranquilli non saranno mai soli, ci sono io. Il sindaco ha vinto per cambiare questa citta' e questa citta' sara' cambiata".

In merito all'incontro con il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, il sindaco di Napoli dice che "il ministro e' d'accordo sul fatto che non bisogna dichiarare un altro stato di emergenza. E' molto importante. Significa dire basta a una stagione, ce la lasciamo definitivamente alle spalle. Napoli e la Campania devono essere ordinate e normali. Dobbiamo essere pero', secondo quello che impone la legge, anche aiutati. Il ministro - sottolinea de Magistris - ha preso impegni precisi per sbloccare una parte dei fondi Fas, 150 milioni di euro, in carico alla Regione. La Prestigiacomo ha detto che immediatamente agira' per fare in modo che Napoli abbia al sua quota parte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog