Cerca

Toscana: Regione in prima linea per occupazione femminile

Cronaca

Firenze, 25 giu. - (Adnkronos) - ''Lo sviluppo della Toscana passa per un nuovo incremento del lavoro delle donne - afferma l'assessore al lavoro Gianfranco Simoncini - Senza di esso non c'e' una prospettiva stabile, giusta e duratura per l'economia Toscana''. Anche in Toscana, informa una nota, le donne sono state la prima vittima della crisi, dopo un decennio in cui avevano trainato la ripresa dell'occupazione sono state ricacciate ai margini dei mercato del lavoro, interrompendo l'onda di crescita di medio lungo periodo del tasso di occupazione che, dal 2000 al 2008, era passato dal 48 al 56,2 per cento, per poi precipitare, nel 2009, al 55,4 per cento e perdere ancora un punto nel 2010 con il 54,5 per cento.

Le cause di questo arretramento sono facilmente riconducibili al maggior numero di contratti precari e atipici diffusi fra le donne e, in particolare, fra le donne giovani. Ma non e' tutto. Degli oltre 35 mila lavoratori che negli ultimi anni hanno utilizzato la cassa integrazione in deroga, la quota di donne e' risultata del 46 per cento. Se nel mercato del lavoro toscano si puo' individuare un'emergenza giovani, le donne costituiscono senza dubbio un'emergenza nell'emergenza. Per rimettere in movimento il mercato del lavoro, uscire dalla crisi e creare nuove opportunita' di occupazione stabile e qualificata per le donne toscane, la Regione ha messo in campo un ventaglio di interventi mirati, con un occhio di riguardo per le donne. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog