Cerca

Toscana: Regione in prima linea per occupazione femminile (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Per favorire il lavoro autonomo e stimolare l'imprenditoria, si e' deciso di estendere inoltre alle imprese femminili la nuova legge per l'imprenditoria giovanile che la giunta ha gia' trasmesso al consiglio e sulla quale e' partita oggi l'attivita' di concertazione in vista dell'approvazione. Nella legge e' stata introdotta una novita' nel metodo di finanziamento: non piu' contributi in conto capitale, ma nuove tipologie, fra loro cumulabili, come i contributi per l'abbattimento di interessi e le garanzie, sia per operazioni di finanziamento che per leasing. Cio' permettera' di moltiplicare il volume dei finanziamenti concessi grazie ad un fondo che, per il momento, e' di 15 milioni in tre anni.

Sul fronte del lavoro, alcuni degli incentivi varati dalla giunta sono fatti su misura per le donne, altri comuni ad altre figure, ma con la previsione di premialita' per le aziende che le assumono. Assunzione di donne disoccupate, iscritte ai centri per l'impiego delle Province della Toscana che abbiano compiuto il 30esimo anno di eta', assunte a tempo indeterminato. Particolarmente importante la previsione di una maggiorazione del 20 per cento negli incentivi per chi assume da liste di mobilita' o stabilizza contratti a termine di donne sopra i 45 anni, nonche' per l'assunzione di donne che hanno perduto il lavoro in prossimita' della pensione. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog