Cerca

Lombardia: Quadrini (Udc), pronti a confronto su tagli stipendi consiglieri

Politica

Milano, 25 giu. (Adnkronos) - "Siamo disponibili ad aprire subito un confronto serio senza derive demagogiche e soprattutto senza nascondersi dietro una foglia di fico, e' un atto di responsabilita' e di consapevolezza che dobbiamo compiere". Cosi' il capogruppo dell'Unione di Centro al Pirellone, Gianmarco Quadrini, in merito alla proposta di legge del Partito Democratico che prevede "la cancellazione dei vitalizi, le riduzione dell'indennita' e il compenso mensile".

"Gia' nel 2009 -spiega Quadrini- abbiamo calcolato che con un taglio del 10% all'indennita' dei soli consiglieri regionali e dei presidenti delle societa' a partecipazione regionale si risparmierebbero piu' di svariati milioni di euro l'anno". Un conto indicativo "ma il risparmio aumenterebbe esponenzialmente se si considerassero tutte le altre realta' di societa' partecipate dai Comuni e dalle Province lombarde".

Secondo il capogruppo dell'Udc e' importante "non scadere nella demagogia. Credo che la politica possa fare molto per muoversi in questa direzione, soprattutto se noi politici per primi diamo l'esempio e ci impegniamo perche' dalla Lombardia parta un moto virtuoso che faccia riflettere anche sugli stipendi di tanti manager di Stato e non, che guadagnano cifre quasi 5 volte superiori all'indennita' del capo dello Stato: ora tutti -conclude- devono fare la propria parte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog