Cerca

Bpm: Ponzellini, chiudere entro l'anno cantiere su governance

Finanza

Milano, 25 giu. (Adnkronos) - Il cantiere per modificare la governance di Bpm potrebbe essere gia' chiuso entro la fine dell'anno e sara' applicato per il rinnovo del cda della banca nella primavera del 2012. Lo ha detto il presidente della Bpm, Massimo Ponzellini, al termine dell'assemblea dei soci della banca, che ha bocciato l'innalzamento delle deleghe di voto da tre a cinque. Nonostante lo stop imposto dai soci alla delibera sollecitata da Bankitalia, ''il cantiere governance e' partito da tempo e ci auguriamo che possa essere concluso entro l'anno'', ha spiegato Ponzellini.

In ogni caso i cambiamenti al sistema di governance della popolare milanese ''sono da applicarsi per il nuovo cda e i tempi sono quelli del rinnovo di aprile-maggio dell'anno prossimo'', ha continuato il presidente di Bpm. E ''il cda proporra', in pieno accordo con le varie associazioni di soci della banca, l'adeguamento dell'attuale governance''. Ponzellini ha cercato di sdrammatizzare la bocciatura dell'aumento delle deleghe di voto da parte degli azionisti. ''Non partiremo dalle deleghe nello studiare la nuova governance. In un mondo normale, e in un giornalismo non assetato di falsi scoop, questo non e' un problema. Quello delle deleghe e' un falso problema''.

La questione delle deleghe, ha aggiunto Ponzellini, non ha ''valore pratico nel breve e nel medio periodo'', ma ce l'avra' ''quando ci saranno le votazioni sugli organi sociali'' della prossima primavera. Il problema per la banca ''e' trovare il limite in cui riesce a essere un'azienda che sa stare sul mercato, vedere quando si rimane una cooperativa e quando non si riesce piu' a stare sul mercato''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog