Cerca

Conti pubblici: Berlusconi, proseguire con linea prudenza e rigore

Economia

Roma, 26 giu. (Adnkronos) - ''La crisi economica, che e' una crisi globale, non e' ancora finita, la speculazione internazionale e' sempre pronta a colpire le prossime prede, cioe' quei Paesi che mostrassero segni di debolezza. L'attacco sarebbe sui titoli pubblici degli stati e se si dovessero riscontrare dei segni di cedimento del bilancio pubblico, la speculazione internazionale sarebbe pronta ad approfittarne sottoscrivendo dei titoli del debito pubblico dei vari Paesi ma chiedendo degli alti, altissimi interessi''. Per questo motivo Silvio Berlusconi, in un messaggio audio ai Promotori della Liberta', sottolinea la necessita' di ''proseguire nella nostra politica di prudenza e di rigore, nella politica che abbiamo seguito sino ad adesso''.

''Nella politica di bilancio, quindi -assicura il presidente del Consiglio- il Governo manterra' tutti gli impegni. Sia quelli presi con l'Unione europea, sia quelli presi con le famiglie dei risparmiatori e con gli investitori. Per questo gia' da ora, grazie alle ricognizioni che abbiamo compiuto con molto scrupolo nei mesi scorsi sui vari capitoli di spesa, gia' ora sappiamo come dobbiamo intervenire per fare in modo che la manovra, che approveremo questa settimana, e la successiva riforma tributaria non provochino dei buchi di bilancio''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog