Cerca

Chiesa: card. Martini, stupito ma non ebbi paura dopo nomina vescovo Milano

Cronaca

Roma, 26 giu. (Adnkronos) - Carlo Maria Martini fu ''molto stupito'' alla notizia, nel dicembre del 1979, di essere stato nominato arcivescovo di Milano. ''Ma non mi prese mai la paura o l'affanno. Solo sapevo che se il Papa avesse insistito sulla sua nomina, avrei affrontato difficolta' che non potevo immaginare mentre quelle che ero capace di immaginare non le avrei probabilmente avute. In ogni caso ero certo che la parola di Dio mi avrebbe aiutato''. E' quanto sottolinea lo stesso Cardinale Martini rispondendo alla domanda di un lettore nella sua rubrica sul Corriere della Sera.

Martini racconta di essere uscito ''particolarmente consolato'' da un colloquio nei giorni successivi con il Papa. ''Ora, dopo tanti anni, mi chiedo come mai ebbi quella giovanile incoscienza. C'era in me una mistura di sentimenti. Mi dispiaceva abbandonare per sempre la vita di studioso, ma mi sentivo dentro come un desiderio di esprimermi anche nella pastorale''.

''Oggi avrei paura di quella incoscienza, ma credo che mi venisse come dall'alto per un ministero che fu una delle cose che ricordo piu' volentieri della mia vita. Trovai infatti -conclude il card. Martini- tanta comprensione e una collaborazione che mi diede il coraggio di portare i pesi e le responsabilita' della carica''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog