Cerca

Siria: portavoce esercito, uccisi 1300 militari in rivolta

Esteri

Damasco, 26 giu. - (Adnkronos) - Nella rivolta che da mesi va avanti in Siaria sono rimasti uccisi 1300 militari. E' quanto ha dichiarato, intervistato dalla Cnn, il generale Riad Haddad, portavoce dell'esercito, sostenendo anche che 700 persone, che Damasco descrive come "terroristi", e le loro famiglie sono fuggiti dalla Siria, dove erano ricercati, in Turchia.

Haddad non ha fornito altri dettagli a conferma dell'alto numero di militari che sarebbero rimasti uccisi, a parte attribuirne la responsabilita' a quelle che definisce "bande armate", formula usata in passato anche dal presidente Bashar al Assad per difendersi dalle accuse di sanguinosa repressione delle proteste che arrivano dalla comunita' internazionale.

Secondo le organizzazioni per i diritti umani, in questi mesi di rivolte oltre 1100 persone sono rimaste uccise e 10mila sono state arrestate da quando, a meta' marzo, e' iniziata la protesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog