Cerca

Dieci anni fa moriva Jack Lemmon, l'altra metà della 'strana coppia'

Spettacolo

Roma, 26 giu. (Adnkronos/Ign) - Le sue espressioni esilaranti ed inconfondibili, la capacità di essere brillante e divertente e di far ridere a crepapelle ma anche, inaspettatamente, di emozionare con ruoli intensi e drammatici: a dieci anni di distanza dalla morte, avvenuta il 27 giugno 2001 a Los Angeles, è quello che il mondo non potrà mai dimenticare di Jack Lemmon.

Attore e regista statunitense, vero nome John Uhler Lemmon III, dopo aver studiato arte drammatica ad Harward nel 1956 ottiene il primo importantissimo riconoscimento interpretando il ruolo del guardiamarina Ensign Pulver in 'Mister Roberts', per il quale gli venne assegnato l'Oscar come miglior attore non protagonista. Il secondo lo otterrà 18 anni dopo, questa volta come attore protagonista, per 'Salvate la tigre'. Proprio per la sua capacità di essere un attore brillante ma intenso allo stesso tempo, diventa uno degli interpreti preferiti di Billy Wilder, che lo consacra definitivamente nell'olimpo hollywoodiano con pellicole come 'A qualcuno piace caldo? (1959) accanto a Marylin Monroe, 'L'appartamento? (1960), nel quale dà prova di essere un attore semi-drammatico e di spessore, 'Irma la dolce? (1963) e 'Che cosa è successo tra mio padre e tua madre?' (1972), tratto da una piéce teatrale di Samuel Taylor e ambientata ad Ischia Billy Wilder lo fece recitare per primo con il partner di sempre, Walter Matthau.

Pur avendo recitato a fianco dei più grandi colleghi americani, tra i partner di Jack Lemmon è impossibile non citare il sodalizio personale e professionale con Walter Matthau, suo co-protagonista in 'La strana coppia' (1968) e 'La strana coppia II', trent'anni dopo. Un rapporto artistico iniziato con 'Non per soldi... ma per denaro? (1966), diretto proprio da Wilder, che ebbe per primo la geniale intuizione di farli recitare insieme cogliendo al volo l'intesa riuscitissima tra i due, il 'buono? (Lemmon) e il 'burbero? (Matthau).

Da li', una serie di commedie più o meno di successo ma sempre caratterizzate dall'ottima interpretazione dei due grandi attori. Da 'Prima pagina? (1974) e 'Buddy Buddy' (1981), sempre di Billy Wilder, agli 'Gli impenitenti? (1997) fino al dittico 'Due irresistibili brontoloni (1993) e 'That's amore - Due improbabili seduttori (1995)'.

Inoltre i due apparvero, sebbene in scene diverse, nei film drammatici 'JFK - Un caso ancora aperto? (1991) e 'Storie d'amore? (1995) Nella sua unica regia, Jack Lemmon non poteva che scegliere il suo partner storico come protagonista: volle infatti proprio WalterMatthau in 'Vedovo, aitante, bisognoso d'affetto, offresi... anche babysitter' (1971). Anche il figlio Chris recitò con lui in 'Airport '77' (1977), 'Così è la vita? (1986) e 'Pap (1989), in cui si racconta la storia di un figlio che ritorna a casa per una visita e scopre che il padre ha un tumore. Inizia allora ad accudirlo amorevolmente, scoprendo aspetti della vita che fino a quel momento ignorava completamente. L'ultima apparizione di Lemmon sul grande schermo fu un cameo nel film di Robert Redford 'La leggenda di Bagger Vance? (2000).

La sera del 23 gennaio 2000, Lemmon si aggiudica il 'Golden Globe? come Miglior Attore di Film Tv, per Inherit the Wind. Nel marzo 2000 si aggiudica il 6° Annual Screen Actors Guild Awards. Nel giugno 2001, a 76 anni, Lemmon è scomparso a causa di un cancro alla vescica. È stato sepolto al Westwood Village Memorial Park Cemetery di Westwood di Los Angeles accanto al suo fraterno amico Walter Matthau.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog