Cerca

Tav: Maroni, cantiere al via entro 30 giugno se no addio a fondi Ue (2)

Economia

(Adnkronos) - Oltre al danno economico Maroni, nell'intervista, sottolinea anche un eventuale isolamento dell'Italia dai collegamenti con l'Europa. "I quasi 700 milioni sono solo la prima tranche di due miliardi di euro complessivi di fondi europei - aggiunge - ma soprattutto, se non partono i lavori, diciamo addio ai collegamenti con l'Europa perche' la linea passera' sopra le Alpi, quindi diciamo addio al futuro''.

''Per questo -conclude il responsabile del Viminale- dobbiamo assolutamente aprire il cantiere. E sara' nostro compito garantire che la decisione presa da vari Governi sia attuata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog