Cerca

Archeologia: in Trentino un'estate sulle tracce del passato (4)

Cultura

(Adnkronos) - Acqua Fredda e l'arte dei metalli al Passo del Redebus Spostandoci in un'altra zona del Trentino, tra l'Altopiano di Pine' e la Valle dei Mocheni, al Passo del Redebus, si trova il sito di Acqua Fredda, una delle aree archeologiche musealizzate piu' alte d'Europa dove gli archeologi hanno riportato alla luce una delle piu' importanti fonderie preistoriche della tarda eta' del Bronzo (XIII-XI sec.a.C.) dell'intero arco alpino. Appuntamento in notturna con ''I segreti dei metalli'', il 25 giugno dalle ore 20 a mezzanotte, in occasione della ''Notte Bianca In Valle dei Mocheni''.

Le archeologhe dei Servizi Educativi della Soprintendenza condurranno visite guidate all'area archeologica e attivita' di archeologia sperimentale. Nel corso dell'estate, proprio nel luogo dove i minerali di rame erano lavorati fin dai tempi piu' remoti, si potranno conoscere i segreti della lavorazione dei metalli e partecipare ai laboratori ''Acqua fredda, caldo metallo!'' (1 luglio e 2 settembre) sperimentando tutte le fasi di lavorazione dei minerali, dalla macinatura, al lavaggio fino alla preparazione di una forma di fusione. ''La spada e' nella roccia'' (15 luglio, 5 agosto e 25 settembre) permettera' di vedere gli archeotecnici realizzare dal vivo uno strumento in metallo e di visitare la vicina riserva naturale accompagnati da un esperto.

Il 21 luglio e il 25 agosto si potra' partecipare all'escursione ''Alla scoperta della Valle Incantata: l'arte dei metalli dall'eta' del Bronzo al medioevo'', un affascinante viaggio nel tempo per conoscere l'area archeologica Acqua Fredda con i forni fusori, la miniera di Palu' del Fersina, l'Istituto Culturale Mocheno con la mostra temporanea ''Krummern, storia e tradizioni del commercio ambulante'', il Museo Pietra Viva di S.Orsola Terme. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog