Cerca

Archeologia: in Trentino un'estate sulle tracce del passato (7)

Cultura

(Adnkronos) - Dai piu' antichi manufatti in selce del Monte Baldo riferibili all'Uomo di Neandertal agli abitati palafitticoli di Ledro e Fiave', passando per le straordinarie statue-stele dell'eta' del Rame di Arco, il percorso espositivo della Sezione archeologica del Museo Riva del Garda riserva al visitatore spunti di grande interesse. Per chi desidera approfondire, il 13 luglio alle ore 20.30, Elisabetta Mottes, archeologa della Soprintendenza terra' una visita guidata alla mostra ''Sulle antiche sponde.

Un abitato neolitico della Cultura dei vasi a bocca quadrata in via Brione a Riva del Garda'', mentre l'8 agosto, alle ore 20.30, gli archeologi Nicoletta Pisu, Achillina Granata e Giovanni Bellosi, parleranno di ''Monte San Martino ai Campi di Riva dopo l'eta' romana: le recenti scoperte''.

L'antico santuario di Monte San Martino ai Campi di Riva, da non confondere con l'omonimo sito di Lundo, Monte San Martino ai Campi di Riva, frequentato sin dalla protostoria come luogo di culto, e' posto in posizione panoramica sopra il lago di Garda. Tra i resti riportati in luce e' di particolare importanza il vasto edificio cultuale realizzato e frequentato in epoca romana di cui si conservano le fondazioni e parte dell'alzato. A poca distanza sono emerse anche alcune abitazioni tardoantiche e una chiesa altomedievale. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog