Cerca

Trentino: tremila addetti e un fatturato di 400 mln l'anno per il porfido (2)

Economia

(Adnkronos) - Il porfido e' un particolare tipo di roccia effusiva appartenente alla piattaforma porfirica atesina, enorme complesso di rocce vulcaniche, conseguenza di un'intensa attivita' vulcanica iniziata 260 milioni di anni fa e proseguita per molti milioni di anni in continuo succedersi di fasi eruttive e fasi di stasi.

Le principali componenti chimiche di questo materiale del Trentino sono, come fanno sapere i tecnici, per il 73,68 % ossido di carbonio, per il 12,05 % ossido di alluminio, 2,62 % ossido di ferro, e per l'11,65 % di altra natura. A seconda delle diverse incidenze di tali materiali, si configurano rocce piu' scure tendenti al verde, o al nero, con colori tenui, variabili dal grigio, al grigio-azzurro e al rosso.

Per queste sue diverse tonalita', non sara' mai identico e sara' invece adattabile alle piu' diverse esigenze; viene pertanto utilizzato sia per la pavimentazione di esterni, che per interni di particolare raffinatezza, sia ancora per il rivestimento di facciate di muri e di edifici; dunque, particolarmente versatile, al punto che, con il porfido, sono state realizzate opere di grande impegno e molto diverse tra loro, come la pavimentazione della piazza rossa a Mosca, monumenti e edifici in ogni parte del mondo. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog