Cerca

Teatro: al Vittoriale 'Tener-a -mente', omaggio a Gabriele d'Annunzio (2)

Spettacolo

(Adnkronos) - ''Una serata sotto il segno della bellezza, dell'amore, dell'eleganza- ha spiegato all'ADNKRONOS l'ideatore dell'evento, Daniele Cipriani - dedicata a Gabriele d'Annuzio, alle sue muse. Donne di straordinario fascino, talento, carisma alle quali il vate ha dedicato alcune delle sue maggiori opere. Eleonora Duse, Luisa Baccara, Ida Rubinstein. Comunione di affetti, di sentire, di passioni sfrenate - ha proseguito Cipriani- Come dimostrano alcune lettere che per la prima volta usciranno dagli archivi del Vittoriale. Prosa retorica, versi enfatici, elaborati, stile solenne - ha ricordato- aulico, magniloquente, di indubbio fascino''.

''S'inazzurra il tuo sangue come il mare - scrive d'Annunzio ad Eleonora Duse il 9 luglio 1899- L'anima tua di pace s'inghirlanda. Benedetta! Ave''. Tre anni dopo il vate scriveva ancora alla divina Duse, forse in rotta di collisione con l'amante. ''Ghisola, tu hai scritto di non so che 'fili rotti', ed io da mesi e mesi mi travaglio nell'oscurita' che e' tra la mia anima e il tuo silenzio. Tra il mio amore e la tua lontananza... Io ti amo megliol di prima e che tutto questo silenzio ti ama e che tutta questa malinconia ti sorride... Ti bacio le mani tanto che le consumo, un poco''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog