Cerca

Cambogia: si apre storico processo a vertici regime Khmer Rossi

Esteri

Phnom Penh, 27 giu. (Adnkronos/Dpa) - Si e' aperto oggi a Phnom Penh, in Cambogia, il processo ai quattro leader ancora in vita del regime dei Khmer Rossi. Gli imputati, il piu' giovane dei quali ha 79 anni, erano presenti in aula in apertura del procedimento che si svolge sotto il patrocinio delle Nazioni Unite.

Tra i quattro figurano Nuon Chea, vice del leader del regime Pol Pot e ideologo del partito, noto come Fratello numero due, l'allora capo di stato Khieu Samphan, il ministro degli Esteri Ieng Sary e sua moglie, ministro per gli Affari sociali, Ieng Thirith. Devono rispondere delle accuse di genocidio, crimini contro l'umanita', crimini di guerra, omicidio ed altri reati per il periodo compreso tra il 1975 ed il 1979. I quattro negano le accuse.

Il portavoce della corte, Lars Olsen, ha sottolineato il carattere storico del processo: "Coloro che sono accusati di avere esercitato la leadership politica del paese e di definire le politiche che hanno poi condotto a crimini sull'intero territorio della nazione finalmente vengono giudicati, 30 anni dopo che vennero commessi quei crimini". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog