Cerca

Caso Ruby: difese contro costituzione Ambra e Chiara

Cronaca

Milano, 27 giu. - (Adnkronos) - I legali di Emilio Fede, Nicole Minetti e Lele Mora, presenti oggi alla prima udienza preliminare a Milano nel processo che vede i loro assistiti indagati per favoreggiamento e induzione alla prostituzione anche minorile, si sono opposti alla costituzione di parte civile di Ambra e Chiara, le due ragazze piemontesi che hanno partecipato a una delle feste organizzate ad Arcore.

Secondo i legali, infatti, il motivo della loro costituzione non e' contemplato dal reato contestato a Minetti, Mora e Fede.

Secondo Nadia Alecci, difensore di Emilio Fede, le ragazze hanno posto come motivo della loro costituzione un "danno all'immagine, cosa che non e' rapportabile alle contestazioni mosse, posto che si tratta di reati contro la morale pubblica". Il Gup Maria Grazia Domanico si e' ritirata in camera di consiglio per decidere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog