Cerca

L'Aquila: Gdf scopre frode fiscale da oltre 7 milioni di euro

Cronaca

L'Aquila, 27 giu. - (Adnkronos) - La Guardia di Finanza di Sulmona ha scoperto una complessa frode ai danni del fisco compiuta da una societa' operante nel settore dell'edilizia. Le indagini, scaturite da una verifica fiscale condotta dai finanzieri, hanno consentito di ricostruire interamente sia il reddito che il volume d'affari di una societa' con sede a Sulmona, ma di fatto con interessi economici sia nel teatino che nel pescarese la quale, al momento dell'avvio della verifica, non aveva esibito ai verificatori alcun documento fiscale. Niente dichiarazioni dei redditi, niente registri, e pochissime fatture, per giunta per importi irrisori.

E invece, attraverso una fitta rete di indagini, controlli incrociati, riscontri documentali e accertamenti bancari compiuti sui conti correnti delle societa' e delle persone coinvolte nelle frode, le Fiamme Gialle hanno delineato un preciso quadro probatorio documentale, portando a galla un vasto giro di fatture false e di ricavi occultati al fisco.

L'evasione fiscale riscontrata in capo alla societa' controllata ammonta a oltre 3.225.000 euro per quanto concerne i redditi non dichiarati e derivanti da prestazioni d'opera rese in varie parti d'Italia, soprattutto nel pescarese e in Lombardia, cui si sono andati ad aggiungere oltre 2.380.000 euro di proventi illeciti derivanti dall'emissione di fatture false in favore di due societa' teatine operanti nel settore dell'impiantistica e riconducibili ad un unico imprenditore. Violazioni consistenti anche in materia di imposte indirette, ambito nel quale i finanzieri hanno calcolato Iva, in parte nemmeno dichiarata e in parte non versata, per oltre 1.500.000 euro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog