Cerca

Padova: Sbai (Pdl), difendere lapidazione e' apologia di reato

Cronaca

Roma, 27 giu. - (Adnkronos) - ''Prima della fine del processo per Sanaa tocco' a Begm Shnez essere lapidata in casa. Oggi, a pochi giorni dal processo per Begm arrivano l'omicidio agghiacciante di Fatima Chabani, 33 anni, marocchina, uccisa a coltellate dal marito e l'apologia di lapidazione a Padova''. Lo dichiara in una nota Souad Sbai (Pdl), presidente dell'Acmid Donna, che aggiunge: "E' l'ennesimo scandalo che viene perpetrato a danno di una ragazza innocente, rea solo di aver voluto vivere serenamente".

"In Italia le donne immigrate muoiono per la liberta' -prosegue Sbai- ecco cosa emerge ormai con chiarezza dai drammatici fatti di cronaca che raccontiamo ogni giorno. E mentre accadono questi fatti cosa leggo? Che un mediatore culturale maghrebino di Padova si permette di elogiare la lapidazione e di riconoscere solo la legge islamica, dicendo 'se Dio dice che chi commette adulterio deve essere punito con la lapidazione, io sono d'accordo con Lui'. Questa e' apologia di reato e a breve questo signore ne rispondera' davanti ad un giudice. Oggi partira' infatti una lettera di denuncia al Procuratore di Padova, per far si che questo mediatore fai da te ed estremista venga allontanato al piu' presto dal ruolo".

"Occorre fare attenzione perche' queste figure hanno in mano atti giudiziari e rapporti con le autorita' e sono quindi pericolosissimi. Occorre -sottolinea- un controllo preventivo sui mediatori culturali nonche' la previsione dell'espulsione diretta con rimpatrio immediato per chi fomenta l'odio. La morte della giovane marocchina sempre a Padova, e' la testimonianza del fatto che il pensiero all'interno della comunita', soprattutto al Nord, e' profondamente tendente ad un certo estremismo jihadista e quindi -conclude- piu' preoccupante che mai''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog