Cerca

Moto: Ancma, immatricolazioni in calo (-20%) nel 2011, servono incentivi

Economia

Milano, 27 giu. - (Adnkronos) - Il primo semestre del 2011 si avvia a chiudere, per il mondo delle due ruote a motore, con circa 155.400 immatricolazioni (-20%). Il comparto scooter con 101.800 unita' segna un -23% mentre le moto con 53.6000 pezzi mostrano una flessione piu' contenuta -14%, comunque al di sotto delle previsioni di inizio anno. In caduta anche i ciclomotori: 35.300 vendite pari al -24%. Il consolidato del primo semestre, ciclomotori e veicoli immatricolati, dovrebbe portare a un mercato pari a 190.700 unita', -21% rispetto allo stesso periodo del 2010. Sono questi alcuni dei dati emersi durante durante l'Assemblea annuale di Confindustria Ancma, che si e' svolta oggi a Milano.

"Nel 2009 il mercato aveva potuto contare su 136 milioni di euro di incentivi per le due ruote a motore e quasi 18 milioni di euro per le bici. Per il 2011 e' assolutamente necessario un intervento a sostegno del mercato interno con incentivi per il settore bici ma soprattutto per il settore moto", afferma Corrado Capelli presidente Confindustria Ancma.

"Le aziende italiane -aggiunge- stanno dimostrando una grande capacita' di innovazione con prodotti all'avanguardia che trovano riscontro commerciale all'estero dove la ripresa economica e' piu' sensibile". Nonostante il 2011 si stia rivelando un anno difficile Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) "guarda, da una parte, fiduciosa al futuro cercando nuovi mercati e possibili sbocchi esteri, dall'altra con grande preoccupazione per quanto riguarda il mercato interno". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog