Cerca

Carceri: Osapp, istituto Viterbo esempio di malagestione penitenziaria

Cronaca

Roma, 27 giu. - (Adnkronos) - "L'istituto di Viterbo costituisce il piu' indicativo esempio di mala-gestione penitenziaria di quest'ultimo periodo: sono 750 i detenuti a fronte dei 444 previsti, di cui 230 in cure psichiatriche e 326 i poliziotti penitenziari a fronte di 540". E' quanto afferma Leo Beneduci, segretario generale dell'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, in una lettera indirizzata ai gruppi parlamentari e al Ministro della Giustizia, Angelino Alfano.

"Non sappiamo perche' la condizione dell'istituto di Viterbo si sia ridotta a condizioni cosi' miserevoli - prosegue Beneduci - Per i 230 detenuti psichiatrici sono previste solo 18 ore di assistenza sanitaria specialistica al mese, ma siamo sicuri che i problemi maggiori, in fin dei conti , non li abbia solo l'utenza, ma anche il personale di Polizia Penitenziaria viterbese, tenuto conto che per i 750 detenuti ci sono solo 105 agenti, che equivalgono ad un agente ogni 30".

"Se, subito dopo l'incontro odierno con il Prefetto non si otterranno, entro qualche giorno, le 50 unita' aggiuntive di Polizia Penitenziaria in grado di garantire le ferie e i riposi settimanali al personale del Corpo - aggiunge l'Osapp - avvieremo ad oltranza una serie di iniziative di tangibile rivendicazione, come l'organizzazione di un'autoconsegna e di uno sciopero del sonno di tutti gli addetti del corpo in servizio a Viterbo, nonche' l'installazione - conclude Beneduci - di presidi permanenti all'interno delle principali piazze della citta' di Viterbo, con la presenza, giorno e notte, di appartenenti alla Polizia Penitenziaria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog