Cerca

Rifiuti: assessore Puglia, affrontare situazione Napoli ma senza sotterfugi (2)

Cronaca

(Adnkronos) - E invece ''l'impegno e l'attenzione posta dalla Regione Puglia nei confronti della Campania e del Governo Nazionale, non sono stati adeguatamente corrisposti'', continua l'assessore. ''Come ho gia' avuto modo di denunciare, nel mentre si operava tra i rigidi controlli previsti dal protocollo, in Puglia arrivavano ben 60.000 tonnellate di rifiuti urbani trattati al di fuori dello stesso protocollo, peraltro, senza corrispondere un solo euro dei previsti 500.000 a titolo di ristoro ambientale a favore delle amministrazioni territoriali direttamente coinvolte, perche' sede di discariche o prossime alle stesse".

"Tutto cio' - prosegue Nicastro - e' profondamente scorretto e non abbiamo esitato a porre in essere ogni attivita' per fermare questo traffico, a nostro modo di vedere illegittimo. Ed oggi, sul tavolo, c'e' una proposta di interpretazione che, sembrerebbe, porti a sostenere che i rifiuti urbani trattati non sono urbani ma speciali e, pertanto, possono liberamente circolare sul territorio nazionale in assenza di qualsivoglia intesa tra le regioni interessate. Credo che questo sia profondamente sbagliato".

"Una interpretazione di questo tipo - sostiene Nicastro - mina alle radici l'intero impianto normativo nazionale e comunitario sulla gestione dei rifiuti urbani e speciali e rischia di mandare all'aria tutte le programmazioni regionali in tema di gestione dei rifiuti urbani. Immaginiamo cosa accadrebbe se ogni regione iniziasse a far girare per l'Italia i propri rifiuti urbani in attuazione della interpretazione proposta?''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog