Cerca

Unesco: Galan, siti palafitticoli preistorici arco alpino entrano in patrimonio (3)

Cultura

(Adnkronos) - Per l'Italia, che partecipa alla candidatura seriale transnazionale, e' il 47° sito della Lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Le 19 aree archeologiche selezionate sul territorio italiano sono dislocate in cinque regioni: Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Sono italiane le piu' antiche strutture palafitticole dell'area alpina, risalenti all'inizio del Neolitico, rinvenute sul lago di Varese, datate a ca. 5000 a.C. Il fenomeno si intensifica, tuttavia, durante l'Antica e la Media eta' del Bronzo (2200-1400 a.C.) per concludersi verso la fine del II millennio a.C.

La maggiore concentrazione di palafitte e' localizzata nella regione del lago di Garda, dove sono noti piu' di 30 abitati dislocati sia sulle sponde del lago, sia nei bacini inframorenici. Villaggi palafitticoli sono stati rinvenuti anche nei piccoli laghi alpini del Trentino e nei bacini del Piemonte. Insediamenti palafitticoli sono noti anche nella Pianura Padana nella fascia delle risorgive o lungo i fiumi, anche nella fascia pedemontana del Friuli.

La candidatura e l'impegnativa procedura tecnico-amministrativa e' stata condotta per gran parte dalle Soprintendenze per i Beni Archeologici di Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, e dalla Soprintendenza archeologica della Provincia autonoma di Trento, insieme con il gruppo italiano di esperti, con il coordinamento dell' Ufficio Patrimonio Mondiale Unesco del Segretariato Generale, del Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali, unitamente agli uffici delle Direzioni Regionali del MiBAC, e a tutte le amministrazioni territoriali, regioni, province, comuni, che hanno il compito di proteggere e valorizzare questi luoghi eccezionali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog