Cerca

Rifiuti: Bonessio (Verdi), no a discarica Pian dell'Olmo

Cronaca

Roma, 27 giu. - (Adnkronos) - "Ancora una volta si crea allarme e gli si chiede di accettare a scatola chiusa da parte della popolazione metodologie di gestione dei rifiuti inquinanti e obsolete. E' il caso ora dell'ipotesi di localizzazione di Malagrotta bis a Pian dell'Olmo". Lo ha dichiarato il presidente dei Verdi del Lazio, Nando Bonessio.

"Come in tutte le altre occasioni nelle quali e' continuata questa sorta di 'risiko' dei rifiuti - ha proseguito Bonessio - noi Verdi siamo assolutamente solidali con gli abitanti della zona che se venisse attuata questa scelta vedrebbero calare in maniera drastica le proprie condizioni di vita. Decidere una discarica di questo tipo senza dare alcuna prospettiva di soluzione sostenibile al problema dei rifiuti significa infliggere alle popolazioni le stesse sofferenze che da trenta anni provano le popolazioni di Malagrotta e che non possono essere protratte nemmeno fino al 31 dicembre 2011, come si sta discutendo in queste ore".

"Noi Verdi - ha aggiunto Bonessio - ribadiamo la priorita' della delle tre R: riduzione, riuso e riciclo, nonche' la necessita' dello sviluppo degli impianti di compostaggio. Partira' presto la raccolta di firme per un referendum comunale che introduca obbligatoriamente nel Comune di Roma l'obbligo della raccolta differenziata porta a porta, imponendola al centrodestra che conosce solo il Porta a Porta di Bruno Vespa. E' necessario - ha concluso - smettere di proporre come soluzione discariche e inceneritori, che stanno alla differenziata come il nucleare sta alle rinnovabili. Il Lazio non merita una simile gestione dei rifiuti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog