Cerca

Federacciai: Pasini, governo difenda in Europa competitivita' nostre aziende

Economia

Milano, 27 giu. - (Adnkronos) - ''Chiediamo al governo che difenda in ambito europeo la competitivita' delle nostre aziende e della nostra economia, cominciando a orientare ad esempio l'Europa a politiche energetico-ambientali piu' omogenee, competitive e realistiche''. Questa e' una parte dell'appello rivolto al governo Berlusconi da Federacciai e dal suo presidente Giuseppe Pasini, in occasione dell'assemblea annuale dell'associazione a Milano. Nei primi 5 mesi del 2011, la produzione italiana di acciaio ha superato la media europea, attestandosi sull'8,1%. Secondo Pasini ''la ripresa del settore e' positiva, ma non basta''.

Il presidente, durante il suo discorso all'assemblea, sottolinea che nel 2010 ''la produzione mondiale di acciaio e' stata di 1,4 miliardi di tonnellate, con un incremento del 15% rispetto al 2009''. Spiega anche che, a differenza dell'Asia, che nei primi 5 mesi del 2011, e' cresciuta ''dell'8% con 400 milioni di tonnellate'', l'Europa ''con 78 milioni di tonnellate, e' cresciuta del solo 4%''. In questo periodo l'Italia ''ha fatto meglio della media europea, registrando un +8,1%, con 12 milioni di tonnellate prodotte, sempre al di sotto del 15% di crescita del 2008, il periodo pre crisi''.

Secondo il presidente, nel Paese restano troppi ostacoli alla crescita, come quello che riguarda le infrastrutture. ''L'assenza - spiega - di progetti infrastrutturali, o il mancato avvio di progetti approvati solo sulla carta, ha inciso e incide sulla riduzione della domanda di acciaio''. Un altro dei problemi individuati da Pasini, e' quello delle regole commerciali. ''E' necessario - sottolinea - che il governo insista sulla Commissione Europea, affinche' vengano attualizzati e applicati strumenti efficaci a proteggerci dalle incongruenze che ci sfavoriscono rispetto ai nostri competitor''. Il presidente si riferisce alle misure di protezione dei mercati interni, ''poste in essere dalla maggior parte dei paesi non europei, spesso affiancate da sovvenzioni o altre misure, che mirano a favorire le esportazioni di prodotti siderurgici''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog