Cerca

Rifiuti: Caldoro, non ci sto a pagare colpe di 20 anni di inerzia

Cronaca

Napoli, 27 giu. - (Adnkronos) - "Non ci sto a pagare le colpe di 19-20 anni di inerzia". Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro ribadisce al Tg1, in collegamento dagli studi Rai di Napoli, la sua posizione in merito alle presunte responsabilita' dell'ente Regione sull'emergenza rifiuti, dopo essere stato ascoltato nel pomeriggio dai pm della Procura di Napoli che lo hanno iscritto nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta su epidemia colposa.

Caldoro si e' poi rivolto alla Lega Nord: "Siamo di fronte a un'emergenza nazionale, non e' comprensibile non avere il sostegno anche del Governo. Non e' accettabile da questo punto di vista la posizione della Lega, che blocca un intervento che il Governo deve fare con urgenza", ha sottolineato il governatore della Campania facendo riferimento al decreto che potrebbe sbloccare i flussi extraregionali dei rifiuti, bloccati dalla sentenza del Tar del Lazio.

"Bisogna essere molto chiari e forti nelle decisioni - ha aggiunto Caldoro -, la mia posizione vuole dimostrare questo: bisogna decidere e individuare le responsabilita', intervenire con efficacia". Per Caldoro, "devono farlo i sindaci, come avviene in tutta Italia. Non e' possibile che solo nel nostro territorio aprire una discarica diventi una cosa impossibile. Staro' attento a contare le ore e i minuti, per vedere quando ci si assumera' le proprie responsabilita'", ha concluso il presidente della Regione Campania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400