Cerca

Omicidio Meredith: Rudy, in casa c'erano Amanda e Raffaele, esiste una sola verita'/Il punto (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Rudy Hermann Guede nella sua deposizione ha poi negato di aver fatto qualsiasi confidenza a Mario Alessi in ordine all'omicidio di Meredith Kercher. Nessun racconto dunque all'omicida di Tommaso Onofri che nella scorsa udienza ha testimoniato di aver raccolto la confidenza di Rudy Guede in cui lui avrebbe detto che Amanda e Raffaele erano innocenti. Rudy ha anche negato di aver avuto contatti con gli altri detenuti che hanno sostanzialmente confermato il racconto di Alessi.

La procura generale aveva citato anche altri due testi come controprova alla testimonianza di Luciano Aviello, un detenuto che nella scorsa udienza ha raccontato che ad uccidere Meredith fu suo fratello. I due hanno sostenuto che lo stesso Aviello gli avrebbe detto di aver accusato il fratello ''per creare confusione nel processo'' in cambio di promesse di denaro da parte del padre di Raffaele Sollecito e dalla stessa difesa.

Nello specifico, Cosimo Zaccaro ha parlato di 70 mila euro che l'on. Giulia Bongiorno avrebbe promesso ad Aviello in cambio della sua testimonianza, soldi che lo stesso Aviello avrebbe usato per sottoporsi ad un'operazione chirurgica per cambiare sesso. Il teste, che ha detto di aver fatto parte dei servizi segreti della guardia di finanza, ha anche detto che sapeva di un accordo tra Aviello e Alessi, che avrebbero dovuto creare confusione nel processo. L'avvocato Bongiorno, difensore di Sollecito, ha elencato le condanne per calunnia emesse a carico del testimone, negando qualsiasi contatto con Aviello da parte sua e del padre del suo assistito e ha annunciato azioni legali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog