Cerca

Censis: tra padri 'evaporati' e insegnanti senza prestigio autorita' in crisi

Cronaca

Roma, 28 giu. (Adnkronos) - Padri, insegnanti e sacerdoti in crisi di autorita'. E' la denuncia del Censis contenuta nella ricerca 'I miti che non funzionano piu'', presentata oggi a Roma, tra le iniziative per 'Il mese del sociale'. Le figure che tradizionalmente definiscono leggi, limiti e regole nei vari contesti sociali hanno subito un forte logoramento. In una sua indagine, l'istituto sottolinea come il 39% degli italiani pensa che il padre non rappresenti piu' l'autorita': in poche parole la figura paterna e' lentamente 'evaporata'. Solo il 17% ha un giudizio opposto.

Per l'istituto di ricerca, l''evaporazione' del padre coesiste con una sua maggiore presenza nelle attivita' familiari e in particolare con una crescente 'ludicizzazione' dei rapporti con i figli. Il 55% dei padri dedica 1 ora e 24 minuti al giorno di media ai figli (nel 1989 il 42% ne dedicava 1 ora e 9 minuti) ma la gran parte del tempo - il 44% - e' impiegato per giocare. Il padre, dunque, e' piu' presente in famiglia, ma con un ruolo diverso: una sorta di fratello maggiore che gioca con i bambini, senza essere piu' la "fonte di quei no che aiutano o dovrebbero aiutare a crescere".

Questa figura di padre ludico - si chiede l'istituto presieduto da Giuseppe De Rita - e' "forse troppo umano e vicino per rispondere alla criticita' dell'educazione alle regole o e' la forma concreta che assume la testimonianza, la capacita' di esserci comunque, di provare a esercitare una funzione di riferimento nelle modalita' diverse, nuove, originali che sono possibili?". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog