Cerca

Libia: allarme dei medici, oltre 20 morti a Bengasi per mancanza farmaci

Esteri

Tripoli, 28 giu. - (Adnkronos/Aki) - E' emergenza sanitaria a Bengasi, la 'capitale' degli insorti nella Libia orientale. Secondo fonti mediche, citate dalla 'Bbc', da febbraio oltre 20 persone ricoverate presso l'ospedale Hawari sono morte per la mancanza di farmaci. A confermare il quadro drammatico e' il 'ministro' della Salute del governo ad interim dei ribelli, Nagi Barakat, secondo cui sono ormai terminati i medicinali e mancano alcuni strumenti per operare.

La maggior parte degli aiuti medici inviata dai paesi stranieri, inoltre, e' stata destinata alla cura dei feriti al fronte. Barakat, un medico tornato da Londra per unirsi ai ribelli, ha riferito che negli ospedali scarseggiano, in particolare, guanti sanitari, garze e i farmaci per i pazienti cardiopatici. Anche la dottoressa Amina Bayou, dell'ospedale Hawari, ha dichiarato che la penuria di medicinali obbliga i medici a dividere tra i pazienti i pochi farmaci a disposizione.

"La maggior parte dei pazienti non riceve il giusto dosaggio. Non ci sono abbastanza farmaci per tutti", ha spiegato la Bayou. "Stiamo curando oltre 200 bambini, ma siamo costretti a chiedere ai genitori di recarsi in Egitto per comprare le medicine. Quando tornano dobbiamo razionarle tra quanti ne necessitano", ha concluso la dottoressa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog