Cerca

Scola è il nuovo arcivescovo di Milano: ''Ho accolto con obbedienza decisione del Papa''

Cronaca

Città del Vaticano, 28 giu. - (Adnkronos) - Benedetto XVI ha nominato questa mattina il cardinale Angelo Scola nuovo arcivescovo di Milano. Scola, fino ad oggi Patriarca di Venezia, prende il posto del cardinale Dionigi Tettamanzi che ha guidato la diocesi del capoluogo lombardo dal 2002.

''Vi dico semplicenmente che ho accolto in obbedienza la decisione del Papa perché è il Papa'', ha detto Scola. "La decisione del Santo Padre di nominarmi arcivescovo di Milano è stata portata a mia conoscenza qualche giorno fa". E "con sincerità debbo riconoscere che in questo momento il mio cuore è un po' travagliato. Da una parte ci sono il fascino della splendida avventura vissuta nelle terre di Marco che dura ormai quasi da un decennio e il dolore per il distacco da voi, che per dirlo con l'Apostolo Paolo 'mi siete diventati cari' - ha detto rivolto ai tanti presenti in Patriarcato a San Marco - dall'altra mi aspetta la Chiesa di Milano, quella in cui sono stato svezzato contemporaneamente alla vita e alla fede".

"Tuttavia - ha continuato Scola - molto di più che questi argomenti di carattere personale, conta la disposizione ad accogliere il disegno di Dio nella mia vita. Sono certo che questo disegno passa dall'azione dello Spirito Santo nella Chiesa in essa, in modo speciale, dal ministero del Santo Padre. Nonostante i miei limiti, grazie all'educazione ricevuta fin dall'infanzia, ho imparato che Dio è sempre più grande e il Suo disegno su di noi, quando è accolto con animo aperto, è sempre il più conveniente, non solo per la propria persona, ma anche per quanti ci sono stati affidati".

Il nuovo arcivescovo, 69 anni, originario di Malgrate, in provincia di Lecco, è un teologo e uno studioso conosciuto e ammirato da Benedetto XVI, è alla guida della diocesi veneziana dal 2002; in precedenza è stato rettore della Pontificia università lateranense a Roma.

Il cardinale Scola, negli ultimi anni ha dato vita alla rivista 'Oasis', luogo d'incontro e di dibattito fra cristianesimo e Islam e, in generale, fra religioni e mondi lontani. Il Patriarca ha coniato inoltre l'idea del ''meticciato'' di civiltà per descrivere l'attuale fase di rimescolamento di genti e culture nell'epoca delle grandi migrazioni e della globalizzazione.

La successione avviene dopo che nel 2009 Tettamanzi ha superato il limite dei 75 anni e, secondo la legge della Chiesa, oltre questa età i vescovi devono rimettere il proprio mandato nelle mani del Papa. E' stato lo stesso Pontefice a prorogare di altri due anni l'incarico di Tettamanzi che da oggi sarà ricoperto dal patriarca di Venezia.

''Sono lieto di trasmettere il testimone della guida pastorale di questa splendida Chiesa al carissimo confratello cardinale Angelo Scola'', ha affermato Tettamanzi che ha ringraziato il Santo Padre ''per i due anni di proroga nell'impegnativo incarico di Arcivesovo di Milano''. Scola, viene descritto dal cardinale Tettamanzi come ''un uomo di grande cultura, di molteplice esperienza, di forte passione eclesiale. Per questo, ne sono certo, egli saprà guidare con pazienza ed efficacia la nostra Arcidiocesi nel suo ordinario cammino pastorale e nelle impegnative scadenze di carattere internazionale dei prossimi anni''.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio al cardinale Scola nel quale esprime "l'augurio più caloroso per lo svolgimento di tale importante incarico pastorale, alla guida di una Diocesi dalle grandi tradizioni spirituali e culturali". "Nel solco ideale del magistero dei suoi predecessori, e in particolare della straordinaria figura di Sant'Ambrogio, sono certo - aggiunge il Capo dello Stato - che l'operato di sua eminenza sarà fonte di ispirazione per la ricerca del bene comune, in spirito di concordia e di solidarietà, da parte di tutte le forze civili e sociali''.

Anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha espresso ''a sua eminenza il più sincero sentimento di benvenuto nella nostra città, convinto che saprà proseguire nella missione pastorale che ha contraddistinto la chiesa ambrosiana negli ultimi decenni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog