Cerca

Toscana: salute dei minori in istituto, approvato percorso per presa in carico (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il percorso integrato socio-sanitario-educativo, sia ordinario che d'urgenza, di presa in carico dei minori sottoposti a procedimento penale, disposto dall'Autorita' giudiziaria minorile, e' il frutto di un lavoro congiunto condotto dalla Regione con i Centri per la Giustizia Minorile di Firenze e Pontremoli ed i Servizi competenti delle Aziende Usl di riferimento. L'obiettivo e' consentire la prestazione di interventi appropriati rispetto ai bisogni assistenziali, rispondendo all'esigenza della magistratura di emettere provvedimenti tempestivi e precisando la competenza economica, ovvero a chi spetta prendersi carico dei costi della retta di mantenimento a seconda del tipo collocamento individuato (comunita' terapeutica o comunita' socio-educativa).

In particolare, si prevede un'attenzione nella valutazione dello stato di salute del ragazzo o della ragazza al momento del suo ingresso in istituto, da effettuarsi da parte di una vera e propria e'quipe di base, costituita da medico, psicologo e educatore professionale. Quindi sara' ponderata attentamente l'eventuale decisione di inviare il minore, da subito, in una comunita' di tipo terapeutico, che sappia rispondere appropriatamente e tempestivamente al bisogno sanitario. Tutto cio', in perfetta sinergia con l'amministrazione penitenziaria e coniugando comunque l'esigenza della magistratura di emettere provvedimenti tempestivi, con quella sanitaria di tutelare la salute dei minori, considerata anche la loro condizione di fragilita'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog