Cerca

Carceri: Caligaris (Sdr), inadeguati alcuni locali nuovo penitenziario Cagliari (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''In realta' la logica che domina nella nuova struttura - sostiene Caligaris - e' di massimo contenimento e di totale spersonalizzazione del detenuto. Basti pensare all'assenza di spazi per gli educatori e all'utilizzo delle telecamere e dei sistemi di videosorveglianza per limitare la presenza degli Agenti di Polizia Penitenziaria ridotti a ''tastieristi''. Significativo che non esista una sala colloqui ma un lungo corridoio e che le celle di un Istituto di nuova generazione non siano dotate di prese per i fornelli elettrici''.

''I continui cambiamenti che vengono apportati in corso d'opera all'impianto della struttura - rileva ancora la responsabile di Sdr - provocheranno delle storture difficilmente sanabili. Il risultato di interventi ''tappabuchi'' sara' un pasticcio edilizio i cui costi sono notevolmente lievitati ma senza garanzie di razionalita'. Sarebbe quindi piu' che mai opportuno sciogliere il nodo della secretazione ormai fuori luogo per provvedere a ridisegnare la struttura secondo norme di ragionevolezza e convenienza''.

''Senza considerare che per completare l'opera non saranno sufficienti i prossimi sei mesi ma saranno necessari almeno altri due anni dal momento che niente e' stato fatto per l'infrastrutturazione viaria, per la rete di collegamento e per accogliere i familiari. E' poi ancora da definire il bando per gli arredi ne' e' stato ancora risolto il contenzioso sui terreni espropriati. E se cio' non bastasse non si dimentichi - conclude Caligaris - che non e' stato ancora affrontato il problema della salubrita' dell'aria vista la presenza di un'azienda che opera con gli scarti di lavorazione delle carni con emissioni nauseabonde e insostenibili''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog