Cerca

Turismo: sindaco Trieste, dal 2012 basta con le 'gazebopoli'

Cronaca

Trieste, 28 giu. - (Adnkronos) - Il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, dice stop ai mercatini dal sapore populista e rionale che spesso affollano i luoghi piu' prestigiosi della citta'. Parlando a margine della presentazione di un evento, il primo cittadino ha riferito che "in giunta abbiamo affrontato l'argomento di una regolamentazione un po' piu' rigida sia della concessione delle piazze piu' prestigiose, piazza Unita', piazza della Borsa, piazza Verdi, quelle che sono diretta competenza del sindaco, sia in generale di quella che in campagna elettorale ho definito un po' come una 'gazebopoli' dilagante".

I requisiti per poter accedere alle piazze piu' prestigiose per allestire i mercatini saranno percio' "manifestazioni collegate o a grandi eventi -e il sindaco cita la Regata Barcolana e San Niccolo'- oppure caratterizzate da uno standard qualitativo particolarmente elevato che ne giustifichi l'esistenza. Per il resto -ha aggiunto Cosolini- dobbiamo porre un po' il freno ad un'attivita' che tra le altre cose diventa concorrenziale nei confronti di un commercio triestino che risente della crisi e che in qualche misura dobbiamo aiutare".

In quanto ai tempi per ottenere un profilo piu' sobrio della citta', il sindaco ritiene che "andremo a regime molto presto". "Le cose che sono gia' state autorizzate per tutto il 2011, anche in nome di un principio di certezza del diritto non possono essere revocate. Sicuramente dal 2012 -conclude il primo cittadino- le cose saranno significativamente diverse".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog