Cerca

Omicidio Scazzi: ex commessa conferma racconto fioraio su presunto sequestro Sarah

Cronaca

Taranto, 28 giu. - (Adnkronos) - Vanessa Cerra, ex commessa del fioraio di Avetrana, ascoltata ieri in Germania, dalle autorita' giudiziarie tedesche alla presenza del procuratore aggiunto del Tribunale di Taranto Pietro Argentino e da un ufficiale della Compagnia dei carabinieri di Manduria, nell'ambito dell'inchiesta sul delitto di Sarah Scazzi, avrebbe confermato che fin da settembre del 2010 il suo titolare, Giovanni Buccolieri, le avrebbe raccontato di aver visto il 26 agosto, il giorno della scomparsa della vittima, in una strada della cittadina jonica Cosima Serrano mentre faceva entrare la vittima con la forza nella sua Opel Astra station wagon.

Sarebbe stata, poi, un'altra persona con diversi mesi di ritardo a riferire ai carabinieri del racconto. A marzo Buccolieri prima confermo' l'episodio agli inquirenti nel corso di una lunga deposizione ma due giorni dopo ritratto' dicendo che si era trattato di un sogno. L'uomo aveva raccontato la scena cui avrebbe assistito alla moglie, a un amico e alla stessa Vanessa Cerra che, nel frattempo, si e' trasferita in Germania per lavoro vicino a Moenchengladbach. L'audizione di ieri e' durata diverse ore e si e' svolta negli uffici giudiziari della citta' tedesca. La testimonianza della donna sarebbe uno degli ultimi tasselli di una inchiesta la cui chiusura sarebbe imminente. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Brinetta

    29 Giugno 2011 - 11:11

    Speriamo che presto si possa vedere la luce in questo buio fatto di finte verità e reticenze ... Mi fanno ribrezzo questi indagati che continuano a non dire come stanno realmente e cose. Pensano che continuando così la faranno franca. Mi auguro proprio di no. Ma non vi vergognate ? Ce l'avete una dignità e una coscienza? Avrei voluto vedere se fosse capitato a voi un delitto così. Un pensiero affettuoso a Sara e a sua mamma che con coraggio affronta questo percorso di dolore e di menzogne orribili sulla morte così atroce della propria figlia !

    Report

    Rispondi

blog